Video Analisi: la videosorveglianza del futuro è qui!

Condividi:

Oggi parleremo di videosorveglianza evoluta, la Video Analisi Intelligente, e lo faremo sia raccontandola a parole che con l’aiuto di un video esplicativo.

La videosorveglianza a uso civile e non militare nasce intorno al 1965 negli Stati Uniti, quando si hanno le prime applicazioni per il monitoraggio di luoghi pubblici particolarmente esposti.

Da allora la storia della TVCC (televisione a circuito chiuso) si è sviluppata sia per qualità delle immagini trasmesse che per possibilità di registrazione e immagazzinamento delle stesse.

Negli ultimi anni c’è stato un salto tecnologico grazie alla video analisi (o videosorveglianza automatizzata)

Fino a qualche tempo fa la videosorveglianza era sinonimo di operatore di centrale che – dal suo monitor – guardava decine e decine di riprese video trasmesse da altrettante telecamere cercando di notare movimenti sospetti grazie alla sua esperienza. Insomma…in quanti film abbiamo visto guardie giurate fare tutto ciò, magari perdendosi (per cattiveria dello sceneggiatore) proprio il momento in cui i ladri trafugavano questo o quel capolavoro dal museo?

Scherzi a parte, la videosorveglianza era (ed è ancora oggi) molto legata all’uomo che, dopo aver verificato una situazione di pericolo, attiva l’intervento delle pattuglie di forze dell’ordine e istituti di vigilanza privata.

Ma, le nuove tecnologie e le connessioni a banda larga stanno accelerando e facilitando l’utilizzo di software che impiegano algoritmi di Video Analisi, che suggeriscono a un operatore cosa succederà nell’immagine ripresa. In poche parole,

la video analisi analizza e classifica automaticamente i comportamenti di persone e veicoli mentre si spostano sulla scena

prevedendo situazioni di pericolo o riducendo significativamente i falsi allarmi (dovuti a fattori ambientali quali pioggia, neve, ombre, riflessi, animali e alberi ondeggianti).

Cosa vuol dire? Prima di spiegarvi tutto con un video, facciamo alcuni esempi. Prima cosa, per sviluppare una soluzione ottimale capiamo cos’è per noi rilevante e cosa può generare una potenziale situazione di pericolo:

  • Spazio chiuso troppo affollato. Se un afflusso eccessivo di persone all’interno di un locale può portare a situazioni di pericolo, calcolerò l’invio di un alert al raggiungimento di un certo numeri di presenti. Questa funzione si chiama People Counter.
  • Stazionamento sospetto di persone davanti a un obiettivo. Se delle persone sono ferme da troppo tempo in piedi o all’interno di un’automobile di fronte a una banca, possiamo ordinare al software di video analisi di generare un allarme.
  • Pacco sospetto o valigia abbandonata. Accorgersi di oggetti abbandonati in spazi grandi e affollati come ad esempio gli aeroporti è molto difficile per l’uomo, è necessario perciò sfruttare la tecnologia: se all’interno di una scena composta da determinati spazi e figure in movimento (pendolari, viaggiatori, …) noto un cambiamento in una porzione di immagine (una borsa lasciata incustodita per più di “x” secondi), l’algoritmo segnalerà una situazione di pericolo che richiederà un’immediata verifica.
  • Vagabondaggio o accesso a zone non consentite. Per evitare che persone non autorizzate entrino in stabili o capannoni che dovrebbero essere off limits per i non addetti ai lavori (es. raffinerie o aziende chimiche). Oppure per segnalare che, in una stazione metropolitana o ferroviaria, alcuni passeggeri hanno oltrepassato la linea di sicurezza.
  • Traffico contromano. Per reagire immediatamente a situazioni di emergenza causate da veicoli che procedono in senso opposto (es. autostrade).
  • Disordine da panico. Utilissimo durante le manifestazioni o gli eventi, segnala movimenti anomali di una o più persone (o di un gruppo di persone) in una determinata zona.

Video Analisi: video di esempio

Di seguito trovate un filmato che, meglio di tutte le parole che ho usato precedentemente, dà evidenza delle potenzialità della video analisi:

Maturità della tecnologia

Agli inizi di questo sviluppo tecnologico si è registrato un acceso dibattito sulla maturità e adeguatezza delle soluzioni di videosorveglianza applicate alla prevenzione del crimine e sui vantaggi effettivi in termini di rapporto costi/benefici delle nuove tecnologie di Video Analisi Intelligente. Tuttavia, ad oggi è stato raggiunto un ottimo livello che sta facilitando l’introduzione di queste soluzioni, gli algoritmi di analisi della scena sono tantissimi e soddisfano le varie esigenze di mercato.

Campi di utilizzo

Le applicazioni sono svariate: dagli aeroporti alle stazioni ferroviarie e metropolitane, alla videosorveglianza urbana dei Comuni, alle grandi aziende, ai supermercati, ai responsabili di manifestazioni sportive, ecc…
Oggi, la video analisi, soprattutto per un tema di costi e di traffico dati non è ancora sostenibile da privati e dal microbusiness, ma tra qualche anno ne riparleremo e sono convinto che si affacceranno soluzioni innovative anche in questo ambito. Dopotutto, il futuro è già qui!

Attenzione alla scelta della soluzione

Se – come abbiamo visto – scegliere una soluzione di sicurezza standard può non essere banale, in questo caso la scelta è particolarmente delicata e necessita di una scelta ponderata con l’aiuto di uno specialista della sicurezza. La video analisi ha grande potenziale, ma gli investimenti non sono alla portata di tutti e una scelta sbagliata del software di analisi o dei parametri da misurare può portare a continui falsi allarmi o a livelli di sicurezza pressoché inesistenti.

Se sei interessato ad approfondire il tema della video analisi,

CHIEDI INFORMAZIONI

 

Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *