Sicurezza antiaggressione: spray peperoncino o pistola al peperoncino?

Condividi:

Abbiamo parlato più volte di sicurezza personale, intesa come soccorso in caso di rapina o in caso di malore, ma il tema più comune a tutti i cittadini, soprattutto le donne, è la sicurezza antiaggressione. Concentriamoci ora su una precisa fase di una soluzione di sicurezza personale: la difesa personale. Già…ma è meglio lo spray peperoncino o la pistola al peperoncino? Scopriamolo in questo articolo!

Differenze tra spray al peperoncino e pistola al peperoncino

  • La grandissima differenza, sulla quale si gioca tutto, è la fuoriuscita del liquido al peperoncino. Nel primo caso è più corto e, essendo spray, è molto più “volatile”. Il secondo è invece più mirato all’obiettivo. Lo spray è quindi più soggetto alle condizioni dell’ambiente e dell’aria: ad esempio, se ho del vento contro probabilmente non centrerò l’obiettivo ma sarò esposto a un probabile ritorno verso di me…ciò rischia di rendere ancora più indifesa una persona nei confronti di un aggressore. Lo spray non sarà poi utilizzabile in luoghi al chiuso, per via del rischio di colpire altre persone che si trovano all’interno del locale o dei sistemi di ricircolo dell’aria.
  • efficacia nel tempo. Tutti noi sappiamo che una bomboletta spray è schiava del Dio Tempo: se perde di potenza, soprattutto dopo essere stata utilizzata, quando cercheremo di spruzzare la sostanza contro l’aggressore potremmo non avere un getto sufficiente e la soluzione di difesa non funzionare. Questo è un rischio da evitare, perché non c’è nulla peggio di un aggressore arrabbiato.
  • Sicurezza nell’utilizzo. Sembra banale, ma è importante evitare che partano colpi accidentali. Le pistole si fanno preferire perché hanno sistemi di sicurezza contro questo rischio.
  • Durata dell’effetto: ciò che molti dicono è che l’effetto di uno spray al peperoncino è minore di una pistola al peperoncino. Su questo aspetto credo che più che lo strumento molto dipenda in realtà dalla quantità e qualità della sostanza utilizzata.

Ti sta piacendo l’articolo? Iscriviti alla newsletter di Noi Sicurezza per ricevere altri consigli interessanti sulla sicurezza! (promettiamo di non essere troppo invadenti 😉 Buona continuazione di lettura!

Tutti i punti presi in esame fanno pendere la bilancia dalla parte della pistola al peperoncino.

Effetti di un dispositivo di sicurezza al peperoncino

Per quanto non causi neanche lontanamente danni permanenti all’aggressore che riceve la gettata di peperoncino, esso rimane impossibilitato a scappare o ad aggredire e dolorante per circa 30′-40′: questo dà tutto il tempo per chiamare i soccorsi e le forze dell’ordine.

Cosa dice la legge: cosa è legale in Italia

Sia lo spray che la pistola al peperoncino sono legali in Italia, a patto che rispettino determinate caratteristiche. Tra le due possibilità, sicuramente la pistola è “ancor più legale” dello spray, perché ad esempio, può essere utilizzata in spazi chiusi. Un dettaglio non di secondo piano.

Inoltre non deve contenere più di 20 ml, una percentuale di oloresin capsicum non superiore al 10% con concentrazione massima di capsaicina e capsaicinoidi fino al 2,5%.

La gittata non deve essere superiore a 3 metri e deve essere previsto un meccanismo che prevenga l’attivazione accidentale.

Quando può essere usata

In tutte le situazioni di pericolo e di emergenza o presunte tali. In caso di utilizzo non necessario, si rischia di essere contestati per eccesso di legittima difesa e lesioni personali.

E attenzione anche allo spruzzo accidentale, quindi scegliamo sempre un dispositivo che prevenga questo rischio. Naturalmente è da intendersi l’uso per legittima difesa e non a scopo preventivo.

Pistola al peperoncino in una soluzione di sicurezza personale completa

Alcune società, come ad esempio Axitea, propongono una soluzione che copre tutte le fasi di un’emergenza antiaggressione: dalla pistola anti aggressione, che spesso viene addirittura regalata insieme al servizio di sicurezza, fino a un supporto 24 ore su 24 con operatori di Centrale Operativa pronti a verificare l’allarme e chiamare i soccorsi, geolocalizzando la provenienza del segnale grazie ad Ayuto, un dispositivo SOS tascabile che viene fornito dalla società stessa.

Necessiti di consigli per la tua sicurezza personale? Chiedi un consiglio, contatta Noi Sicurezza:

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *