Analisi del rischio

Quanto è a rischio furto o rapina la mia attività?

Tutti noi abbiamo le competenze base per comprendere che la nostra azienda, attività commerciale o abitazione sia potenziale obiettivo di ladri e rapinatori e – sulla base di ciò che ci circonda come furti in zona, rapine a negozi simili al mio, della nostra sensibilità e di ciò che abbiamo da proteggereci preoccupiamo tanto o poco per la sicurezza dei nostri beni (oltre che della nostra e dei nostri cari).

Spesso facciamo una valutazione superficiale e sottostimiamo i rischi connessi alla sicurezza: “è improbabile che vengano da me, qui non c’è nulla di valore”, “sono sulla strada principale del paese, cosa vuoi che facciano?”, “tanto fanno il furto in 30 secondi e non c’è nulla da fare”, “abito sopra il negozio e se li vedo scendo io e li concio per le feste”, “il business va un po’ a rilento, faccio fatica, preferisco spendere i soldi in cose più concrete”.

Vuoi sapere quanto è a rischio la tua attività o abitazione?

CHIEDI INFORMAZIONI

Chi spende di più in sicurezza? Chi sottovaluta i rischi e poi subisce furti, rapine o atti vandalici.

Perché capisce quanto sia brutto essere “violati” in qualcosa di intimo, la nostra sicurezza. E il danno emotivo si somma a quello economico. Fatti i conti in euro, la riparazione dei danni o l’interruzione temporanea del proprio business (“chiuso per rapina”) costa molto di più della dotazione di una soluzione di sicurezza, come ad esempio un impianto di allarme con video, collegato a una centrale operativa specializzata in servizi di vigilanza privata.

C’è poi chi decide di proteggersi con un antifurto acquistato a prezzo stracciato in uno store di elettronica o su Amazon, installandolo fai da te. Ma quello che dovrebbe chiedersi è:

Ho l’impianto di allarme adeguato per ciò che devo proteggere?

La tentazione di risparmiare è forte perché è difficile comprendere le differenze prestazionali tra un sistema e l’altro, oppure valutare l’importanza della scelta di una periferica rispetto a un’altra. Tendiamo a sottostimare i rischi perché la sicurezza è così: ci accorgiamo che la protezione studiata non ha funzionato solo quando abbiamo subito un furto.

Ecco un esempio: qual è il livello di sicurezza di un combinatore telefonico, la periferica entry level spesso proposta per impianti di allarme molto economici?

cassetta telefono

Pensare che la comunicazione di una situazione di allarme passa da qui non è del tutto rassicurante. E’ preferibile scegliere una periferica bidirezionale GPRS, che sfrutta la rete cellulare dei provider telefonici. In questo modo, grazie alla bidirezionalità, una centrale operativa non solo riceve il segnale, ma può interrogare in qualsiasi momento il sistema di sicurezza, per verificarne stato e funzionamento.

Un impianto di rilevazione intrusione di qualità protegge non solo dai furti, ma anche dai tentativi di sabotaggio o inibizione del segnale – anticamera del tentativo di furto vero e proprio -, inviando un allarme alla centrale operativa che offre il servizio di vigilanza.

Se prendiamo coscienza di tutte le variabili che possono rendere inefficace i meccanismi difensivi studiati, è evidente che

E’ importante far effettuare un’analisi del rischio da un professionista.

Il livello di rischio può essere valutato in funzione sia della probabilità che si verifichi un evento (un furto o una rapina), sia dell’entità dei danni che ne conseguirebbero: è la combinazione della probabilità dell’accadimento di un evento ed il danno che genera.

Analisi del rischio

Una corretta analisi del rischio è basilare: consente di determinare la soluzione tecnico-operativa atta a diminuire al massimo il rischio per la sicurezza e i danni relativi a un’intrusione. Deve consentire di determinare la vulnerabilità del sito da proteggere e, necessariamente, tenere conto di molteplici situazioni:

  • Ubicazione del sito (è in una zona isolata o in pieno centro?)
  • Percentuale di reati contro il patrimonio nella zona (quanti casi di furto o di rapina si sono verificati negli ultimi mesi?)
  • Tipologia di sito/attività (è un negozio con vetrina allestita che oscura gli interni del negozio? Ha una stanza interna non accessibile alla clientela con porta secondaria non blindata? E’ un parcheggio con cassa automatica nel quale i clienti pagano in contanti?)
  • Caratteristica Merceologica (è un’azienda produttrice di oggetti di valore di piccole dimensioni- ad esempio occhiali -, il cui furto potrebbe essere veloce ma di elevata entità?)
  • Difese attive/passive presenti (Ci sono inferriate? E’ presente un impianto di allarme obsoleto?)

Interessato a un’analisi del rischio gratuita?

CHIEDI INFORMAZIONI

La progettazione di una soluzione di sicurezza

La progettazione di una soluzione di sicurezza è la conseguenza dell’analisi del rischio: si compone sia da servizi che sistemi di sicurezza e ha l’obiettivo di determinare attività e procedure operative da attuare per decrementare al massimo il rischio di intrusione e – di conseguenza – del danno patito. In tutti questi anni ho seguito l’organizzazione della sicurezza antintrusione per aziende praticamente di ogni settore merceologico e dimensione.
Altresì ho sviluppato – ultimamente sempre di più, vista la situazione del Paese – esperienze per la sicurezza residenziale.

In definitiva, la soluzione si sviluppa con l’erogazione di servizi di vigilanza resi efficienti grazie a sistemi di ultima generazione:

  • Sistemi di rilevazione intrusione (perimetrali e volumetrici), altresì noti come impianti di allarme o sistemi antifurto
  • Sistemi di protezione nebbiogena
  • Sistemi di protezione personale (antirapina, antiaggressione, SOS malore)
  • Sistemi di videocontrollo TVCC
  • Servizi di gestione degli allarmi da centrale operativa con intervento armato di guardie giurate
  • Sistemi di videoanalisi
  • Servizi di collegamento video

Puoi proteggere il tuo business o la tua abitazione spendendo meno di quello che credi, grazie a offerte basate sul meccanismo del canone mensile, che non comporta ingenti investimenti iniziali per l’acquisto di un impianto di allarme. Come fare? Chiedi maggiori informazioni.

CHIEDI INFORMAZIONI

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi