Consigli per sfruttare al massimo la batteria del tuo smartphone

Condividi:

Il tuo telefono si scarica troppo velocemente? Utilizza questi suggerimenti per sfruttare al massimo le potenzialità della tua batteria.

In questo articolo elencheremo alcuni consigli pratici che ti aiuteranno a evitare situazioni spiacevoli e consentiranno di avere a disposizione il tuo smartphone nel momento del bisogno. Eh sì, perché avere un telefono con una batteria sempre efficiente aumenta il livello di sicurezza personale.

Carica la batteria dello smartphone al 50% del suo potenziale

La ricarica è l’aspetto più complesso della cura della batteria del telefono ed è utile avere una conoscenza di base di come funziona il processo.

Una batteria è composta da due strati, uno di grafite e l’altro di ossido di litio cobalto. L’energia si libera quando gli ioni di litio si spostano dallo strato di grafite allo strato di ossido di litio cobalto. La ricarica di una batteria sposta indietro gli ioni di litio, consentendo al processo di ricominciare.

Il vero punto ottimale per una batteria è una carica al 50% del suo potenziale – quando la metà degli ioni di litio mobili della batteria si trova nello strato di ossido di litio cobalto e l’altra metà nello strato di grafite.

Questo gioco di equilibri mette a dura prova gli ioni di litio che alimentano la batteria. In definitiva, quindi, è meglio mantenere la batteria tra il 20 e l’80% e ricaricare regolarmente con cariche parziali.

Far durare di più una batteria: utilizza solo accessori originali

Non utilizzare un caricabatterie non ufficiale (il riferimento è a quelli che costano troppo poco…) – potrebbe non avere impostazioni di sicurezza che impediscono al caricabatterie di fornire nuova corrente alla batteria quando è piena, danneggiando gli ioni.

Anche l’acquisto di un battery case è una buona opzione: si tratta fondamentalmente di una custodia che si inserisce sul retro del telefono e contiene una propria batteria, prolungando la durata della tua (nb: anche qui evitare prodotti non affidabili, privilegiare la qualità).

“Smanetta” tra le impostazioni del tuo telefono

Per prima cosa attiva la modalità a basso consumo del telefono, che si trova nelle impostazioni di iPhone e Android. (Su Android si chiama “modalità risparmio batteria“). Questa modalità modifica le impostazioni di notifica del telefono, la luminosità dello schermo e l’utilizzo della CPU, ottimizzando le attività per ridurre il consumo di energia.

Valuta i tuoi spostamenti e il contesto. Quando possibile disattiva le funzioni ad elevato consumo di batteria come Bluetooth, Wi-Fi e GPS. Batterie quasi scariche che provano a trovare e connettersi a reti Wi-Fi o dati generano cali repentini di energia (ad esempio, non disattivarle su un treno in viaggio è un grave errore). Invece, se sei a casa o in ufficio, passa al Wi-fi – ti consentirà diminuire del 40% il consumo di batteria.

Puoi attivare la modalità aereo anche se non ti trovi all’interno di un velivolo: ad esempio, se non stai utilizzando lo smartphone per qualsiasi cosa che implichi la connettività. Se la modalità aereo è attiva e lo schermo spento, il dispositivo utilizzerà solo il 5% del normale consumo di energia, rispetto al 15% quando viene semplicemente messo in stand-by.

Ti sta piacendo l’articolo? Iscriviti alla newsletter di Noi Sicurezza per ricevere altri consigli interessanti sulla sicurezza! (promettiamo di non essere troppo invadenti 😉 Buona continuazione di lettura!

Spegnere il LED di notifica (se presente), il suono della tastiera, le vibrazioni e il feedback tattile sono tutti vantaggi per la durata della batteria. (Funzionalità che sono presenti nelle impostazioni audio del telefono).

Risparmia la batteria regolando la luminosità

Ridurre manualmente la luminosità per adattarsi all’ambiente circostante è un modo sicuro e veloce per risparmiare batteria.

Se il tuo telefono ha la luminosità adattiva, disattiva questa funzione: normalmente la luminosità dello schermo può cambiare a seconda della luce intorno a te…utile ma non ti consente di avere il controllo sul consumo della batteria.

Meno tempo per lo spegnimento dello schermo

Riduci la quantità di tempo necessaria perché il telefono vada in stand-by: più velocemente si oscura lo schermo, meno batteria utilizzerà.

Oled o Led?

Se il tuo smartphone ha un display OLED, passare alla modalità dark ti aiuterà anche a prolungare la durata della batteria. Se hai un display LCD tradizionale, non farà invece differenza: i pixel OLED quando sono neri non consumano energia.

Gli schermi LCD sono invece illuminati dai bordi: non importa di che colore sia l’immagine, assorbirà la stessa potenza.

Tieni d’occhio le tue app

Le app rappresentano un serio problema per la batteria: nelle impostazioni del telefono, accedi al menu della batteria. Puoi vedere qui quali app stanno scaricando di più la tua batteria, attivare “restrizione in background”, “ottimizzazione della batteria” o disinstallare completamente quelle che non ti servono.

Quali sono le app più “esose” per la batteria dello smartphone?

Tutte app di streaming video: Snapchat, Netflix e YouTube. Perfettamente sensato, poiché lo streaming di video implica un elevato consumo di batteria. Tuttavia, anche l’app di Facebook è celebre per drenare tanta energia: assicurati di disattivare le sue notifiche e limita la lavorazione in background.

Aggiorna le app!

Scarica sempre gli aggiornamenti sia per le tue app che per il tuo sistema operativo: spesso ottimizzeranno la durata della batteria.

Stai lontano da fonti di calore

Non surriscaldare la batteria, poiché le alte temperature stressano la batteria e fanno perdere capacità. Android Authority riferisce che “Una batteria mantenuta tra i 25-30 gradi Celsius dovrebbe mantenere circa l’80% della sua capacità dopo il primo anno anche quando si ricarica da 0 a 100%” (tipologia di carica che, come abbiamo visto prima, non è affatto consigliata).

Necessiti di un supporto in materia di informatica e sicurezza informatica? Chiedi aiuto a Noi Sicurezza:

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *