Sicurezza Informatica & aziende: come difendersi dagli attacchi hacker

Condividi:

Recentemente abbiamo parlato della fragilità delle Piccole & Medie imprese italiane di fronte ai cyber attacchi, scopriamo insieme quali sono le minacce più diffuse del momento e cosa è possibile fare in tema di sicurezza informatica, per difendersi anche se non si dispone di una struttura di sicurezza IT paragonabile a quella di una grande azienda.

Attacchi hacker: obiettivi diversi per grandi aziende e PMI

Possiamo provare a inquadrare il fenomeno, descrivendo due tipologie di hacker: quelli che attaccano le grandi aziende, le corporazioni e le istituzioni e quelli che sfruttano le falle dei sistemi per estorcere danaro agli utenti o alle aziende.

I primi hanno fini che spesso potremmo definire etici, almeno dal loro punto di vista: fughe di informazioni e di dati per dimostrare che quel governo o azienda sta mentendo a un vasto pubblico, tentativi di colpire gruppi di potere che potrebbero danneggiare il resto della società. Il livello di preparazione di queste persone è elevatissimo, questi hacker aprono le porte alle future tendenze in tema di cyber criminalità.

Chi ha l’obiettivo di colpire un’azienda di dimensioni più limitate, invece, nel 100% dei casi lo fa a fini di lucro, direttamente o indirettamente (su commissione di una società concorrente della vittima). Concentriamoci su questa tipologia di cyber criminali.

Malware, ransomware e spyware: l’oggetto del furto informatico

Nessun colpo ad effetto, ma il blocco di uno o più pc (o in qualche caso di una rete aziendale) e la richiesta del pagamento di un riscatto. Oppure, spionaggio industriale. E per farlo lo strumento che un hacker usa è il malware, abbreviazione per malicious software (software dannoso). In sostanza, un software usato per disturbare le operazioni svolte da un computer, rubare informazioni sensibili, accedere a sistemi informatici privati.

I malware sono sempre sempre più diffusi e sofisticati, ransomware e spyware rappresentano i principali esempi di questi programmi malevoli:

  • Ransomware: il loro scopo è quello di infettare un computer, bloccandolo e impendendo qualsiasi altra operazione fino al pagamento di un riscatto.
  • Spyware: raccolgono informazioni riguardanti l’attività o i dati di un utente senza il suo consenso, trasmettendole a un’organizzazione che le utilizzerà per trarne profitto. Ad esempio: il furto di un progetto o di un brevetto di un’azienda, da parte di una società concorrente disposta a tutto.

Ransomware-hacker

Come si attivano? E’ semplice, attraverso mail (phising) o siti web corrotti. Un clic sbagliato e il computer  viene infettato.

Perché non bastano più antivirus e firewall per avere sicurezza informatica al 100%?

Stiamo parlando di un’attività illegale perpetrata da professionisti: i malware spesso vengono diffusi prima che i produttori di antivirus abbiano prodotto il cosiddetto “antidoto”, prima che siano quindi disponibili le opportune contromisure. E’ necessario uno step ulteriore, per migliorare la propria sicurezza informatica. Se le grandi aziende dispongono di una strategia di sicurezza informatica, lo stesso non si può dire per le PMI che, a dire il vero, sottovalutano il problema o non hanno le risorse adeguate per fronteggiare i più recenti malware.

Una soluzione per le PMI? La Sicurezza Informatica Gestita

Se un’azienda non può disporre di una struttura di sicurezza informatica interna perché non può sostenere i costi della tecnologia e delle competenze di esperti di cyber security, ecco allora che la soluzione ideale è affidarsi ad aziende specializzate.

Come funziona esattamente la Sicurezza Informatica Gestita? Si tratta di un servizio a canone che prevede un monitoraggio della rete dell’azienda cliente per proteggerla da minacce informatiche di ultima generazione, come appunto Malware e Ransomware.

Il vantaggio è che in queste offerte “tutto incluso” il cliente non deve preoccuparsi di nulla. Monitoraggio della rete, aggiornamenti di software, manutenzione programmata e reportistica sono a carico dell’azienda di Cyber Security: per questo si parla appunto di Sicurezza Informatica Gestita.

Scatta l’allarme perché un malware sta penetrando la rete aziendale a causa di un clic su una mail malevola? Viene trasmessa subito la notifica e azienda e cliente lavorano per isolare il problema e evitare danni ben più gravi.

Obiettivo: niente più interruzioni dell’attività lavorativa

Una delle conseguenze di un ransomware o in generale di un virus è l’interruzione dell’attività lavorativa. Tutto rimane bloccato fino al pagamento di un riscatto al cyber criminale…e si perdono molti soldi ogni ora che passa, perché tutte le attività aziendali sono ferme.

Una funzionalità fondamentale è quella dell’installazione di un secondo apparato che fa da backup, che entra in funzione nel momento in cui la rete subisce un blocco a causa di un attacco informatico. Capite l’utilità? E’ “un’assicurazione” sulla continuità delle operazioni aziendali, non ci sarà alcun blocco della rete aziendale.

Antivirus e Firewall gestiti centralmente: il massimo del controllo per un’azienda

Una delle opzioni disponibili se si sceglie una soluzione di Sicurezza Informatica Gestita è la gestione centralizzata degli antivirus e del firewall, con specifici software studiati ad hoc per le aziende.

Tra l’altro, l’adozione di un firewall di questo tipo rende intelligente l’utilizzo della rete aziendale, facilitando il controllo e la segnalazione di anomalie:

  • Troppi dipendenti su Facebook?
  • Traffico anomalo derivante dalla riproduzione di video su Youtube?
  • Troppo traffico internet extra lavorativo che diminuisce la produttività aziendale?

Grazie a un firewall e a un sistema di notifiche e di reportistica, con costi del tutto sostenibili e preventivabili, un’azienda anche di piccole dimensioni può gestire in maniera più razionale la propria rete informatica, al di là di eventuali attacchi informatici.

E poi, il controllo della navigazione internet è fondamentale perché il titolare o l’amministratore delegato è il responsabile legale dell’utilizzo dei dispositivi aziendali: se è un dipendente compie un atto illecito, ne risponderà anche il massimo dirigente aziendale.

I vantaggi della Sicurezza Informatica Gestita:

  • Semplicità della soluzione (è tutto gestito dalla società di Cyber Security)
  • Struttura di costo prevedibile
  • Aumento della produttività aziendale (nessun blocco alla continuità aziendale)
  • Miglior utilizzo delle risorse aziendali (il controllo impedisce l’utilizzo dei dispositivi aziendali per attività private o extra lavorative)

Paghi in base a quanti pc hai e a quanto è grande la tua rete

Come per la sicurezza fisica, più oggetti da proteggere ci sono e più ampio è il perimetro da difendere, più elevato è il costo per la sicurezza: ne consegue quindi che l’investimento è perfettamente sostenibile anche per piccole aziende, che hanno da proteggere pochi pc e un traffico internet limitato.

Il tutto senza dover acquistare costosi apparati, che verranno invece noleggiati per tutta la durata del contratto, insieme al servizio di monitoraggio giorno & notte.

Sei interessato a valutare soluzioni di Sicurezza Informatica gestita per la tua azienda?

CHIEDI INFORMAZIONI

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *