Antifurto fai da te o sicurezza casa professionale?

Condividi:

Noi italiani siamo un popolo di esperti artigiani e portiamo quest’arte anche a casa nostra; siamo esperti nel bricolage e sappiamo realizzare piccoli capolavori per la nostra abitazione. Una cosa fatta da sé – oltre a essere un risparmio – dà una grande soddisfazione, ma ci sono delle attività che è giusto lasciarle ai professionisti. E per la sicurezza della casa? E’ sufficiente l’antifurto fai da te o l’installazione deve essere effettuata da tecnici esperti?

Antifurto wireless, più semplice da installare?

Negli ultimi anni il mercato ha cominciato a proporre gli antifurti senza fili (o wireless). Senza avere la necessità di cablare l’impianto, anche chi non è elettricista teoricamente potrebbe installare un sistema di sicurezza. Ma installare non vuol dire installare correttamente. Magari l’impianto funziona ma non lo fa nella maniera giusta: un sensore collocato in una posizione sbagliata vuol dire mancata rilevazione di un’intrusione o continui falsi allarmi. Proprio perché sembra semplice – ma non lo è – molti si improvvisano tecnici pagandone poi le conseguenze ovvero ansia e tanti problemi (perché è così, quando si parla di sicurezza).

Installazione antifurto fai da te o società installatrice?

Se l’impianto di allarme è cablato, giocoforza sono poche le persone che hanno la capacità di collegarlo, è necessario avere una competenza quantomeno da elettricista. Anzi, è necessario che l’installatore sia certificato: lo stabilisce il D.M. 37/08, secondo cui “l’installazione deve avvenire in conformità alla regola dell’arte ed è responsabile della corretta esecuzione dello stesso”.

Ma anche nel caso in cui il sistema di sicurezza sia senza fili, sconsiglio l’antifurto fai da te perché non si tratta semplicemente di accendere e spegnere un pulsante e attaccare dei sensori alla parete con il nastro biadesivo o una vite: ci vuole una “piccola scienza” (e molta) esperienza per capire qual è il punto migliore per il rilevatore o la sirena, di modo che renda al massimo, copra più campo possibile e non sia sabotabile dai ladri. Quindi, scegliete sempre una società che installa sistemi di antifurto, non un semplice elettricista!

Tra l’altro, scegliendo di chiedere il supporto di un vero Security Specialist potrete sfruttare al massimo le potenzialità delle apparecchiature, ottenendo un miglior livello di sicurezza investendo gli stessi soldi.

Garanzia e responsabilità

Tra gli altri vantaggi di un’installazione effettuata da professionisti, c’è la garanzia di un corretto funzionamento: attrezzatura professionale, installata ad arte, adeguata per le misure e i locali della vostra casa, con rilevatori e centralina installati correttamente.

Diminuiscono le probabilità che qualcosa non funzioni ma – nel malaugurato caso che ciò accada – proprio perché avrete un impianto garantito saprete a chi rivolgervi.

Affidarsi a un professionista è importante anche a fini assicurativi, in quanto un antifurto fai da te con sensori mal posizionati può essere contestato da una compagnia e portare perfino a un mancato risarcimento dei danni subiti in caso di furto. Oltre il danno, la beffa.

Insomma, non è un caso che esistano gli albi professionali per gli installatori!

Collegamento del sistema e tempi di risposta

Bene, avete il vostro antifurto, attivato e perfettamente funzionante. Ma applicate il sistema fai da te anche per le notifiche degli allarmi?

Se lo fate, rischiate di gettare alle ortiche l’investimento che avete appena fatto: cosa accade se entra un ladro e reagite in ritardo perché leggete la notifica solo dopo parecchi minuti o ore? Succede che avrete ancora meno possibilità di sventare il furto.

La rapidità di intervento è tutto. E’ per questo che una società di vigilanza privata può fare la differenza: scegliete un servizio di monitoraggio degli allarmi 24 ore su 24 da Centrale Operativa, con guardie giurate e forze dell’ordine pronte a intervenire in caso di tentativo di intrusione.

Un cittadino privato può garantire di essere reattivo 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno, giorno e notte? Dubito… e se qualcuno vi dice il contrario, anche voi dovreste farlo. E quando siete in villeggiatura? Come riuscirete a intervenire se siete a diverse centinaia di chilometri di distanza?

Guardie giurate e Forze dell’Ordine

Abbiamo capito che la notifica tempestiva di un allarme e la prontezza della reazione aumentano le probabilità di sventare un furto, ma la questione non finisce qui… chi arriverà in vostra difesa? Volete intervenire voi affrontando un malvivente o una banda di malviventi? Pensateci bene, forse è un rischio troppo alto da correre!

La procedura deve essere più breve possibile: scatta l’allarme, la Centrale Operativa verifica, se è in corso un’intrusione vengono allertate guardie giurate e Forze dell’Ordine. Loro sono gli unici in grado di proteggervi, garantendo la vostra incolumità e la sicurezza delle vostre abitazioni.

Fondamentale: verificate sempre quali guardie giurate intervengono

Vedo moltissime soluzioni che offrono antifurto e monitoraggio degli allarmi, presentando un bellissimo impianto di allarme e operatori di centrale pronti a gestire ogni tipo di allarme, ma quello che a volte si omette di dire è che il servizio di intervento su allarme viene “subappaltato” ad altre società perché chi vi propone impianto e monitoraggio non dispone di guardie giurate: se scegliete questa soluzione, sbagliate!

Pensate: la Centrale Operativa 1 (che ha il contratto con voi ma non dispone di guardie giurate) chiama la Centrale Operativa 2 (che non ha il contratto con voi, ma che dispone delle guardie), che a sua volta allerterà le sue guardie giurate e le Forze dell’Ordine…e in tutto questo lungo processo il ladro avrà avuto tutto il tempo per completare il furto. Pensate a quanti minuti ci vogliono per fare intervenire guardie e polizia…

Giudico poco trasparenti (anzi, eticamente scorrette) le società che non specificano questo aspetto fondamentale di un servizio di sicurezza. Vuol dire sfruttare la poca conoscenza che ancora oggi la gente ha di un servizio di vigilanza privata. Attenzione anche a chi vi propone dei canoni mensili troppo bassi, perché dietro potrebbero nascondersi molti costi aggiuntivi.

Per giudicare una soluzione di sicurezza a 360°, fate sempre le seguenti domande: chi interviene? Avete vostre guardie giurate o demandate il servizio ad altre società?

Finisce l’era dell’antifurto fai da te

Come accade ormai da tempo per gli smartphone, conviene scegliere una soluzione tutto incluso (sistema e servizio): i costi sono gli stessi e in più avrete un servizio di monitoraggio e intervento su allarme che veglierà su di voi e la vostra famiglia.

Sei interessato ad analizzare il livello di sicurezza della tua abitazione?

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *