Telecamere termiche e videosorveglianza di aree in totale oscurità

Condividi:

Le telecamere termiche: le abbiamo viste nei film, soprattutto in quelli di spionaggio e militari, dove i protagonisti si servono della tecnologia per catturare i terroristi, mentre i criminali le usano per portare a termine colpi sensazionali.

Ma non è fantascienza o “roba da militari”: al giorno d’oggi le telecamere termiche sono sempre più usate e aumentano le potenziali applicazioni in ambito industriale. Scopriremo in questo articolo come possono aiutarci a elevare la nostra sicurezza.

Cosa sono esattamente, le telecamere termiche?

Le telecamere termiche, come tutte le telecamere, ricostruiscono un’immagine utilizzando una radiazione elettromagnetica. La differenza sta nella lunghezza d’onda: mentre le telecamere “standard” operano su lunghezze d’onda più brevi cosidette “visibili” (400-700 nanometri), le telecamere termiche lavorano su radiazioni infrarosse a partire da 3.000 nanometri fino a 8-14.000.

Tradotto in parole semplici, riescono a ricostruire un’immagine utilizzando le radiazioni infrarosse emanate dal calore di un corpo o un oggetto. Le immagini sono di qualità bassa per permettere il riconoscimento del volto di una persona, ma sono più che sufficienti per comprendere che qualcuno è entrato all’interno della nostra proprietà (villa o azienda) e sta tentando di effettuare un furto.

Perfette in condizioni di buio assoluto

Cosa rende eccezionali le telecamere termiche? Che funzionano 24 ore al giorno, anche in condizioni di assoluta oscurità. Inoltre, non vengono influenzate da situazioni metereologiche avverse (nebbia, neve, pioggia, polvere).

Efficaci con servizi di vigilanza privata e videosorveglianza

Da sole, le telecamere termiche non sono una soluzione di sicurezza sufficiente. Come abbiamo scritto, infatti, la qualità delle immagini non è tale da poter identificare persone specifiche: possiamo solo visualizzare una intrusione, senza poter effettuare un riconoscimento di identità (essenziale in sede di indagine da parte degli inquirenti).

Un sistema che integra telecamere termiche e “standard” e impianto di rilevazione intrusione è la migliore risposta: la telecamera termica consente la rilevazione di un tentativo di furto e la “tradizionale” videosorveglianza permette di riconoscere al meglio il ladro.

Tutto potrebbe però risulterebbe vano senza l’attività di un operatore di Centrale Operativa, che in caso di tentativo di furto allerta guardie giurate e Forze dell’Ordine, pronte a intervenire.

Le applicazioni delle telecamere termiche

Il primo utilizzo che viene in mente – normale sia così – è la sicurezza intesa come elemento a supporto di altri strumenti di anti-intrusione: ciò accade per la protezione perimetrale in siti industriali, aeroporti, centrali elettriche e raffinerie (in generale, spazi ampi). E’ anche utilizzata per la sicurezza di grandi ville e parchi, ma i costi per un privato rimangono proibitivi.

Uno dei principali vantaggi consiste nella capacità di coprire grandi distanze (centinaia di metri). Addirittura quelle ad uso militare arrivano anche a 15/18 chilometri!

Ma non è solo questo: le telecamere termiche hanno anche funzione “safety” perché permettono di controllare le variazioni termiche in impianti industriali e sono utilizzate per operazioni di ricerca e soccorso (ad esempio per slavine o naufragi di imbarcazioni, con persone sepolte sotto la neve o intrappolate sott’acqua).

Vengono anche utilizzate per la protezione dei confini di frontiera, dal momento che possono individuare il calore generato da una persona anche a diversi chilometri di distanza.

Meno falsi allarmi, no accecamento

Le telecamere termiche richiedono investimenti più elevati, ma se ben settate diminuiscono i casi di falso allarme: non possono essere infatti accecate da puntatori laser o altre luci forti, utilizzati a volte dai malviventi.

Un’analisi di sicurezza per l’adozione delle telecamere termiche

Come detto, le telecamere termiche se utilizzate per fini di sicurezza e anti-intrusione non possono essere installate e utilizzate da sole: deve essere effettuata un’analisi di sicurezza da un valido Security Specialist, che includa un’integrazione con altri dispositivi di sicurezza quali un impianto di videosorveglianza e un sistema di rilevazione intrusione.

Sei interessato a valutare l’installazione di telecamere termiche? Richiedi un contatto

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *