Airbnb: la sicurezza della casa quando la affitti

Condividi:

Airbnb permette a chiunque di noi di arrotondare le proprie entrate affittando la propria casa per brevi periodi a turisti, lavoratori in trasferta, viaggiatori. Un metodo alternativo agli affitti di lunga durata che genera profitti interessanti, ma – spesso – la sicurezza della propria casa è argomento di preoccupazione.

Noi italiani siamo culturalmente meno propensi a cedere temporaneamente la nostra abitazione, soprattutto quando abbiamo effettuato investimenti per ammobiliarla. E, se volete guadagnare tramite Airbnb, la vostra casa naturalmente dovrà essere ammobiliata.

Non vorremmo mai avere brutte sorprese dopo il check-out: furti o atti vandalici, tanto per fare due esempi.

Cosa possiamo fare quindi per migliorare la sicurezza di una casa affittata per brevi periodi con Airbnb?

Antifurto casa con “configurazione Airbnb”

Se siamo “imprenditori Airbnb”, il sistema di sicurezza sarà da configurare diversamente rispetto a un antifurto attivo nella nostra abitazione. Abbiamo degli ospiti che non sappiamo quanto e quando saranno presenti nella casa, quindi non potremo configurare l’antifurto nella maniera classica.

Telecamere nell’abitazione, utenti Airbnb scontenti

Il primo esempio: se siamo interessati a installare un sistema di videoallarme all’interno dell’abitazione (cosa che faremmo tranquillamente in una casa non condivisa con ospiti), qui non potremo farlo perché risulterebbe troppo invasiva.

Nessuno vuole rischiare di ricevere recensioni e commenti negativi su Airbnb facendo la figura del ficcanaso e della persona poco rispettosa della privacy. Sarebbe un autogol e un efficace metodo per non avere più clienti!

Telecamere fuori dall’entrata

Molto meglio installare una telecamera fuori dall’abitazione, nei pressi dell’entrata o in giardino, di modo che risulti deterrente contro ladri e vandali senza essere troppo invasiva.

Abitazione condivisa? Parzializza l’allarme

Consiglio molto utile per chi vive in abitazioni molto grandi e spesso condivide aree con ospiti Airbnb per rientrare delle spese. No sicurezza, quindi? Tranquilli, è possibile parzializzare l’allarme in determinate aree nelle quali gli ospiti Airbnb non dovranno accedere.

In queste aree riservate, inoltre, possiamo installare le telecamere con più tranquillità rispetto alle aree comuni.

Ideale per Airbnb: chiave elettronica e codici di accesso

La chiave elettronica è sia sicura che una grande comodità. Sicura perché è un dispositivo ritenuto non invasivo ma che permette di avere un controllo di chi entra e chi esce da un’abitazione.

Se poi è associata a un sistema di allarme con APP che permette di attivare o disattivare le credenziali di accesso da smartphone, potremo permetterci di non essere presenti all’arrivo dell’ospite Airbnb. Un bel vantaggio, perché chi lavora con Airbnb non ha la struttura di un hotel con tanto di reception…non si può essere disponibili 24 ore su 24!

Sensori allagamento, sensori incendio…

Non solo sicurezza contro furti o atti vandalici, ma anche allerta in caso di incendio o allagamento della casa: immaginiamo il danno causato dal fuoco o da una perdita d’acqua. Quanto sarebbero ingenti i danni? Per quando tempo non potremmo affittare con Airbnb?

Soccorsi grazie alla centrale operativa

Immaginiamo questo scenario: voi siete via o non abitate nella casa che state affittando con Airbnb, se c’è un incendio in casa o un allagamento rilevato dai sensori, potreste accorgervene solo a danno ormai compiuto.

Allertare prontamente i soccorsi è decisivo, quindi è vivamente consigliato di collegare il proprio sistema di allarme a una Centrale Operativa di vigilanza privata, attiva 24 ore su 24 e pronta ad allertare vigili del fuoco (per incendio o allagamento) o guardie giurate e Polizia (nel caso di tentativo di furto).

Assicurazione: la host coverage insurance

Tema particolare e molto delicato quando si hanno ospiti che in realtà sono estranei. Airbnb copre fino a 800mila euro (in Italia, un milione di dollari negli USA) nel caso in cui un ospite sia vittima di un incidente in casa o nelle sue vicinanze.

Airbnb protegge anche dai danni causati all’alloggio. Ma non copre, invece, furti di contanti, animali, soprattutto in aree comuni. E, anche per gioielli e opere d’arte la copertura è limitata. Come vediamo quindi, la Garanzia Host non può essere considerata un’assicurazione vera e propria, pertanto, per dormire sonni tranquilli, è bene installare un sistema di allarme collegato a una Centrale Operativa.

Affitti una casa per brevi periodi con Airbnb e vuoi un progetto per proteggerla?

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *