La classifica delle province con più reati

Condividi:

Quanti reati vengono commessi ogni ora in Italia? Qual è la provincia nella quale avvengono più furti? E quella con più criminalità in rapporto al numero di abitanti? E quella più sicura? Diamo una risposta a queste domande con la classifica delle province con più reati in Italia, ricavata dai dati forniti dal Dipartimento per la Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno.

Totale dei reati in Italia e per abitante

Il totale dei reati in Italia nel 2016 si è attestato a 2.487.389 casi (denunce), pari a 4.105,3 illeciti ogni 100mila abitanti. Ma è tanto o è poco? E il trend è in miglioramento o è negativo rispetto al 2015?

Sebbene in miglioramento del 7,4%, avere una situazione di 4,11 reati ogni 100 abitanti è un dato allarmante, perché la popolazione percepisce un forte senso di insicurezza. E, infatti, ciò è dimostrato da quanto leggiamo e sentiamo ogni giorno. A rincarare, si aggiunge poi il tanto spazio dato da telegiornali e giornali ai fatti.

Gli italiani chiedono quindi sempre più sicurezza, allo Stato e acquistando sempre di più soluzioni di sicurezza per se stessi, per la propria casa o per la propria attività.

Prima delle classifiche…una precisazione sui dati

Tutti questi dati si basano sulle denunce: è probabile che in alcune zone alcuni tipi di reato (furto, violenza sessuale, estorsione/usura) siano meno denunciati. Questo influenza sicuramente le statistiche, che però rimangono attendibili e veritiere nella stragrande maggior parte dei casi.

Le province con più reati in Italia

E la distribuzione degli illeciti? Le sole 4 aree provinciali di Milano, Roma, Torino, Napoli rappresentano il 21% della popolazione italiana, ma raggiungono ben il 30% dei reati totali. Ecco il ranking delle 10 province con più illeciti totali, dalla numero 10 alla 1:

10  Genova – 45.111 reati totali (5,1 crimini/ora);
9    Palermo – 47.614 (5,4/ora);
8    Brescia – 49.034 (5,6/ora);
7    Bari – 52.980 (6,0/ora);
6    Firenze – 57,058 (6,5/ora);
5    Bologna – 67.022 (7,7/ora);
4    Napoli – 136.043 (15,5/ora);
3    Torino – 136.384 (15,6/ora);
2    Roma – 228.856 (26,1/ora);
1    Milano – 237.365 reati totali (27,1 crimini/ora).

Le province con più reati per abitante

Se dal lato dei reati totali il 30% viene da solo 4 province e la classifica segue più o meno la numerosità degli abitanti, altri dati interessanti (e sorprendenti) arrivano invece dal numero di atti criminosi per abitante.

Quali sono le province dove si avverte maggiormente la criminalità? Ecco le prime 10:

10  Pisa – 5.003 denunce/100.000 abitanti (5,00 ogni 100 abitanti).
9    Imperia – 5.069 denunce/100.000 abitanti (5,07 ogni 100 abitanti);
8    Roma – 5.257 denunce/100.000 abitanti (5,26 ogni 100 abitanti);
7    Genova – 5.307 denunce/100.000 abitanti (5,31 ogni 100 abitanti);
6    Firenze – 5.625 denunce/100.000 abitanti (5,62 ogni 100 abitanti);
5    Prato – 5.965 denunce/100.000 abitanti (5,96 ogni 100 abitanti);
4    Torino – 5.987 denunce/100.000 abitanti (5,99 ogni 100 abitanti);
3    Bologna – 6.641 denunce/100.000 abitanti (6,66 ogni 100 abitanti);
2    Rimini – 7.203 denunce/100.000 abitanti (7,20 ogni 100 abitanti);
1    Milano – 7.375 denunce/100.000 abitanti (7,38 ogni 100 abitanti).

Le province più sicure

E le province dove si registrano meno denunce di reati?

10  Treviso – 2,42 reati/100 abitanti.
9    L’Aquila – 2,41 reati/100 abitanti;
   Benevento – 2,34 reati/100 abitanti;
7    Potenza – 2,34 reati/100 abitanti;
6    Belluno – 2,32 reati/100 abitanti;
5    Sondrio – 2.29 reati/100 abitanti;
4    Enna – 2,28 reati/100 abitanti;
3    Rieti – 2,27 reati/100 abitanti;
2    Pordenone – 2,18 reati/100 abitanti;
1    Oristano – 1,77 reati ogni 100 abitanti.

Le province con incremento dei reati

Come abbiamo detto prima, il calo dei reati è sostanzialmente diffuso in tutte le province italiane, al di là del numero di illeciti ancora alto. Ma ci sono 6 province che, purtroppo, presentano un trend negativo. Quali sono? Prato (+5,53% rispetto al 2015); La Spezia (+0,38%); Grosseto (+1,14%); Avellino (+1,21%); Crotone (+0,25%), Bolzano (+0,08%).

La tecnologia in aiuto dei cittadini

Sulla base del grado di (in)sicurezza percepito dagli italiani, si conferma il trend di cittadini e aziende che scelgono sempre più soluzioni tecnologiche abbinate a servizi di intervento su allarme, per la protezione di se stessi e dei propri beni.
Interessato a un’analisi del rischio sicurezza?

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *