Sicurezza: i vantaggi di avere un allarme collegato a una Centrale Operativa

Condividi:

Una Centrale Operativa è il cuore di un servizio di monitoraggio degli allarmi provenienti da un sistema di sicurezza installato presso un’azienda, un negozio, un’abitazione. E’ un centro che riceve specifici allarmi o, nel caso di centrali evolute, tutti i tipi di allarmi (fisici e informatici).

Ma quali sono i vantaggi di avere un allarme collegato a una Centrale Operativa? Perché non scegliere le soluzioni fai da te?

1) Monitoraggio costante, 24 ore su 24

Il primo – irrinunciabile – vantaggio è nell’operatività della Centrale Operativa: non si ferma mai, gestendo allarmi 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, ferie comprese. Un qualcosa di irrealizzabile per un privato cittadino, essere all’erta, sempre. Tra l’altro, un collegamento dell’allarme “gestito interamente da privati” può essere fatto solo con combinatori telefonici (Pstn o Gsm) che non garantiscono un’elevata certezza del “buon fine” della segnalazione mentre con le Centrali Operative si possono utilizzare sistemi trasmissivi più sicuri.

2) Personale formato a gestire le situazioni di pericolo

Il personale che gestisce gli allarmi è specializzato nel fare questo, per cui in pochi istanti riesce a verificare se effettivamente si tratta di un allarme reale o di un falso allarme e, di conseguenza, organizzare l’intervento di guardie giurate e forze dell’ordine per sventare il furto.

3) Collegamento con le guardie pronte a intervenire sul territorio

Ciò che conta è anche il numero di guardie presenti nel territorio, perché se l’organizzazione delle risorse è efficiente, diminuiranno i tempi di intervento. E si sa, più si è veloci e più aumentano le possibilità di sventare un furto. Se invece le guardie non presidiano il territorio o, peggio ancora, la società che monitora gli allarmi ha accordi per sub-appaltare l’attività di intervento, tutto sarà molto più complicato.

Ti sta piacendo l’articolo? Iscriviti alla newsletter di Noi Sicurezza per ricevere altri consigli interessanti sulla sicurezza! (promettiamo di non essere troppo invadenti 😉 Buona continuazione di lettura!

4) Altolà alle denunce per procurato allarme

Scatta un allarme, l’operatore di Centrale Operativa compie in poco tempo diverse operazioni: verifica immediatamente se l’allarme è reale o meno, inviando le guardie giurate. Ebbene, quando anche le guardie sul territorio appurano che è in corso un furto, l’operatore di centrale allerta anche le Forze dell’Ordine. In caso invece di allarme collegato direttamente a Polizia e Carabinieri, invece, salterebbe la verifica della consistenza dell’allarme e, in caso di reiterati falsi allarmi, scatterebbe la denuncia per procurato allarme. Non dimentichiamoci che le guardie svolgono il ruolo di sostituto di pubblico ufficiale.

5) Privacy garantita

Una delle condizioni necessarie che consentono a una società di sicurezza di operare è la riservatezza. La privacy è garantita, perché esistono specifiche procedure e processi che identificano chi accede alle telecamere dei clienti e quando, impedendo eventuali abusi privacy. E i sistemi prevedono un accesso alle telecamere solo in caso di allarme. Questa regolamentazione è molto importante e rassicura i clienti che scelgono un servizio di monitoraggio allarmi effettuato da una Centrale Operativa.

6) Rapidità di intervento della Centrale Operativa

Uno dei requisiti su cui poggia un servizio di monitoraggio allarmi è la rapidità di intervento. Non solo delle guardie sul territorio, ma anche dell’operatore di centrale: gli standard di qualità prevedono una risposta entro 30-60” massimo per la quasi totalità degli allarmi.

7) Certificazioni di qualità del servizio

Una società di sicurezza seria, per poter solamente operare in questo settore, deve avere delle certificazioni di qualità sia per i servizi di monitoraggio allarmi da Centrale operativa che per la qualità delle installazioni e manutenzioni dei sistemi di sicurezza (oltre che standard di sicurezza per la protezione dei dati dei propri clienti). Attenzione quindi alle Centrali Operative non certicate!

8) Fattore deterrente

Questa risposta è molto semplice: un malvivente sceglierà una casa, un negozio, un’azienda con sistema di allarme collegato a una Centrale Operativa oppure un obiettivo non presidiato? Ecco allora che il servizio di monitoraggio allarmi aumenta la propria efficacia anche quando “non è attivo”. Può essere efficace solo per il fatto che esiste e viene comunicato all’esterno di un edificio attraverso appositi cartelli dissuasori.

Se sei in cerca di consigli per la scelta del miglior servizio di monitoraggio allarmi, contatta Noi Sicurezza e chiedi maggiori informazioni.

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *