Nuove funzionalità privacy nei prossimi Apple iOS 14 e macOS Big Sur

nuove-funzionalità-privacy-apple-ios-macos
Condividi:

In questo mondo siamo tutti connessi e condividiamo costantemente dati, il cosiddetto “nuovo petrolio”: la lotta per la privacy è una battaglia che dobbiamo tutti combattere, sia noi privati che le aziende, come promette di fare Apple, che ha sviluppato nuove funzionalità privacy aggiunte ai prossimi Apple iOS 14 e macOS Big Sur.

Durante il Worldwide Developer Conference 2020, Apple ha annunciato le prossime versioni dei suoi sistemi operativi – iOS 14 per iPhone, iPadOS 14 per iPad, watchOS 7 per Apple Watches e macOS Big Sur per MacBooks – con nuove funzionalità e miglioramenti, molte delle quali in ambito privacy.

In evidenza alcune nuove funzionalità di sicurezza e privacy che sono state aggiunte ai prossimi sistemi iOS 14 e macOS Big Sur, con l’obiettivo categorico di aiutare gli utenti a:

  • controllare meglio quali app installate sui propri dispositivi possono accedere ai determinati dati;
  • identificare app che non rispettano la privacy e condividono dati con altre parti senza alcuna esplicitazione di quell’utilizzo;
  • individuare app dannose che spiano segretamente i dati e le attività degli utenti.

Nuove funzionalità di sicurezza e privacy in macOS e iOS

1) Non tutte le app possono accedere alla posizione geografica precisa

iPhone consente già di bloccare app specifiche dal tracciamento della tua posizione, ma ora l’ultima versione di iOS consentirà anche di condividere una posizione approssimativa con le app invece di dare loro l’accesso alle coordinate precise di geolocalizzazione.

2) Un indicatore per individuare se il microfono / videocamera sta registrando

Gli utenti di iPhone ora vedranno un indicatore giallo nella barra di stato ogni volta che il loro microfono o fotocamera registra. Nel Control Center si potrà vedere quali app hanno utilizzato il microfono o la fotocamera di recente.

3) Aggiorna l’account dell’app a “Accedi con Apple”

Gli sviluppatori possono ora offrire la possibilità di aggiornare gli account delle app esistenti per accedere con Apple in modo che gli utenti possano godere di una maggiore privacy, sicurezza e facilità d’uso senza configurare un nuovo account.

Ti sta piacendo l’articolo? Iscriviti alla newsletter di Noi Sicurezza per ricevere altri consigli interessanti sulla sicurezza! (promettiamo di non essere troppo invadenti 😉 Buona continuazione di lettura!

4) Accesso limitato alla libreria di foto per l’app selezionata

Con iOS 14, non è necessario condividere l’intera libreria di foto con le app con cui si desidera condividere solo alcune foto.

Ora puoi scegliere di condividere solo gli elementi selezionati con un’app che richiede l’accesso alle foto.

5) Safari Browser, aggiunto monitoraggio password e rapporto sulla privacy

Apple ha aggiunto due nuove funzionalità di sicurezza al suo browser Web Safari per iOS e macOS, una delle quali mira ad aiutare gli utenti a capire se stanno usando una password compromessa per qualsiasi account online.

Safari tiene automaticamente d’occhio eventuali password salvate che potrebbero essere state coinvolte in una violazione dei dati. Utilizzando tecniche crittografiche avanzate, Safari controlla periodicamente una derivazione delle password rispetto a un elenco aggiornato di credenziali compromesse. Se viene rilevata una violazione, Safari aiuta l’utente ad aggiornare le password esistenti. Tutto questo senza rivelare le informazioni sulle password, inclusa Apple “, ha dichiarato la società.

Il sistema genera anche un rapporto settimanale sulla privacy, che mostra agli utenti come Safari protegge la loro navigazione su tutti i siti Web che visitano.

6) Monitoraggio cross-app: controllo e trasparenza

Per rendere il monitoraggio trasparente e controllabile dall’utente, Apple ora richiede agli sviluppatori di app di ottenere il consenso degli utenti prima di tracciarli attraverso applicazioni e siti Web di terze parti.

Ciò significa che ora puoi scegliere quali app dispongono dell’autorizzazione per tracciarti.

Puoi vedere quali app ti hanno dato il permesso di tracciare nelle impostazioni, permettendoti di modificare le tue preferenze di conseguenza.

7) Informazioni sulla privacy sull’App Store

Apple ora richiede anche agli sviluppatori di visualizzare un riepilogo delle pratiche sulla privacy delle loro app sulle loro pagine nell’App Store, disponibile agli utenti prima del download. Sono tenuti a segnalare autonomamente le loro attività, come i dati raccolti dallo sviluppatore e utilizzati per tracciare un utente, in un formato semplice e di facile lettura.

Ti è piaciuto questo articolo? Commenta, chiedi un’analisi di sicurezza oppure scopri i servizi di consulenza informatica di Noi Sicurezza:

Scopri di più
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi