Ponte sicuro, 10 regole per tenere lontani i ladri

Condividi:

Se parti per qualche giorno sfruttando il ponte dall’8 all’11 dicembre – o dal 7 se sei un milanese – questo articolo è per te: quali sono gli accorgimenti da adottare per garantirsi un ponte sicuro e al riparo da visite dei ladri? Scopriamoli insieme:

1. Un Ponte Sicuro: non lasciare chiavi fuori casa!

Capisco la praticità di questa soluzione: anche se si perde un mazzo di chiavi o lo si dimentica da qualche parte ce ne sarà sempre uno fuori casa, ma se lasciamo le chiavi sotto lo zerbino o in un vaso, questo è il primo posto in cui un ladro cercherà. Prima di essere costretto a forzare una serratura, proverà in ogni modo a fare meno fatica!

2. Installa un antifurto

Se a Natale “stai con i tuoi”, il ponte di dicembre lo sfrutti per fare qualche gita fuori porta, lasciando casa libera. Evita che sia considerato un obiettivo appetibile da parte di malviventi: se non hai ancora un antifurto, rimedia in fretta!
Esistono diversi sistemi di sicurezza, ma consiglio sempre di installarne uno di qualità, con video allarme e collegamento alla Centrale Operativa di una società di vigilanza privata: ormai i prezzi sono per tutte le tasche, l’investimento è alla portata di tutte le famiglie.

3. Scatta l’allarme? Fai intervenire qualcuno al posto tuo!

Atro importante consiglio all’insegna di un ponte sicuro: sei partito per una settimana bianca e sei a centinaia di chilometri di distanza da casa tua o dalla tua attività: se non hai nessuno che monitora gli allarmi per conto tuo, ti potresti accorgere di un allarme solo dopo parecchi minuti o addirittura ore (magari stai sciando e non hai lo smartphone a portata di mano…): non puoi avere il tuo telefono sempre sott’occhio e questo è un problema, perché la tempestività nell’intervento in caso di intrusione di ladri è tutto.

Collegare il proprio sistema di sicurezza alla Centrale di un istituto di vigilanza è fondamentale, perché le tue proprietà saranno monitorate 24 ore su 24: non appena scatterà un allarme, gli operatori di centrale verificheranno l’accaduto e organizzeranno l’intervento nel più breve tempo possibile.

4. Scegli bene la società che deve sventare i furti

Come ho avuto modo di dire più volte, l’intervento di guardie giurate è la soluzione migliore, ma c’è società 🙂 e società 🙁

Purtroppo alcuni operatori del mercato vendono la gestione degli allarmi omettendo di dire che l’intervento sarà effettuato da altri istituti.

Chiedi sempre: intervengono le vostre guardie o altri? Come organizzate la fase di comunicazione e di intervento se dovete avvertire un’altra società? Sono affidabili? Sconsiglio eventuali “subappalti”, perché quando una Centrale Operativa è costretta a chiamarne un’altra per richiedere l’intervento di altre guardie, si perdono minuti preziosi e diminuiscono le probabilità di sventare il furto.

5. Adesivi, targhe & cartelli

Un ladro deve essere a conoscenza del fatto che se vuole effettuare un’intrusione rischierà tantissimo: comunica ai ladri che la tua attività o abitazione è protetta.

Anche perché, se investiamo in sicurezza è giusto pubblicizzarlo: la deterrenza è un primo – e a volte sufficiente – passo per evitare un furto. Domando spesso a chi ha dubbi sull’installazione di un impianto di allarme: “secondo lei, un ladro, cercherà di entrare in un edificio che non riporta messaggi di “area videosorvegliata” oppure in un altro che li espone”? Facciamo percepire il rischio di un furto, il rischio di essere riconosciuti!

6. Parzializzazione del sistema di sicurezza

C’è qualcuno che tiene a bada casa tua mentre sei via? Magari un vicino, una collaboratrice domestica o una società di pulizie che tengono in ordine casa tua o il tuo negozio? Non è necessario disattivare l’allarme o fornire un codice di accesso: consiglio di parzializzare il sistema di allarme mantenendo allarmate le aree nelle quali nessun estraneo dovrà accedere.

7. Evita i falsi allarme dovuti a installazioni difettose

L’auto-installazione di un antifurto è molto rischiosa: sei in vacanza, a centinaia di chilometri di distanza da casa o dalla tua attività e ti suona l’allarme diverse volte. Solo dopo aver verificato scopri che sono stati tutti falsi allarmi, ma intanto ciò è stato fonte di stress, perché hai dovuto interrompere quello che stavi facendo per scoprire se qualcuno stava entrando in casa tua.
Valuta solo impianti di allarme di qualità, falli installare da professionisti e scegli un servizio di intervento su allarme da parte di guardie giurate.

8. Una marcia in più con video sorveglianza e nebbiogeno

I ladri più preparati non si fermano davanti a un semplice impianto di allarme, ma probabilmente lo fanno davanti a delle telecamere, perché non vogliono essere riconosciuti!

Puoi utilizzare il nebbiogeno per aumentare ancor di più l’efficacia di una soluzione di sicurezza: scatta l’allarme? Una nebbia impenetrabile e persistente per parecchi minuti impedirà il completamento di un furto: i malviventi saranno costretti alla fuga!

9. Fai sapere che sei stato in vacanza, non che andrai in vacanza!

Lo so… condividere su Facebook & C. la propria felicità per una partenza imminente dopo un periodo di duro lavoro è una forte tentazione, ma a volte i ladri riescono a carpire queste informazioni: sapendo che una casa sarà libera per qualche giorno, saranno tentati di effettuare un’intrusione… non essendoci nessuno potranno agire con più calma!

Può sembrare fantascienza, ma con l’esplosione dei reati informatici e degli attacchi hacker, i malviventi potrebbero sapere di voi ben più di quanto pensiate!

10. Simula la tua presenza a casa!

Alcuni sistemi di allarme si interfacciano con i dispositivi di casa come le luci e le tapparelle: utilizzate l’app che vi verrà data in dotazione per programmare a distanza l’accensione di luci e l’apertura o chiusura delle serrande.

Applica le 10 regole d’oro…per un Ponte Sicuro.

…Non rovinarti il Natale per colpa di un’intrusione a casa o nel tuo negozio o azienda!

Hai bisogno di una consulenza per la tua sicurezza?

CHIEDI INFORMAZIONI
Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *