Consigli di sicurezza informatica per smart workers che utilizzano il proprio pc

consigli-sicurezza-smart-worker
Condividi:

Il numero totale di persone che lavorano da casa è cresciuto notevolmente negli ultimi due anni, così come chi utilizza i propri device (pc e smartphone) per lavorare da casa.

Lo diciamo subito, utilizzare dispositivi personali è una pessima idea, perché spesso non hanno la medesima protezione che un device aziendale potrebbe avere. Sia per il lavoratore che per l’azienda (che espone i propri dati a maggiori rischi di furto).

Ecco alcuni consigli di sicurezza per lavoratori remoti che utilizzano dispositivi propri.

Come gestire il rapporto con il dipartimento IT dell’azienda?

Il reparto IT è abituato a installare e disinstallare software da remoto, ma questo è possibile al 100% solo su dispositivi aziendali.

Difficilmente questo scenario è realizzabile con un pc privato: sarebbe un’intrusione eccessiva in un dispositivo che non è di proprietà dell’azienda. Inoltre, chi pagherebbe i danni causati da un’errata installazione di programmi che potrebbero andare in conflitto con altri?

Se non è possibile utilizzare pc aziendali (fatto di per sé grave), regolamentare il rapporto con un accordo scritto che prevede rimborsi in caso di danneggiamento dei device personali.

Best practice da seguire quando si è online

  1. Memorizzare informazioni sensibili su un PC privato su rete locale è pericoloso, ma a volte è qualcosa su cui non si ha scelta. Presta attenzione al trasferimento dei file tra la tua rete e quella aziendale, è fondamentale accedere utilizzando una connessione crittografata, una VPN sicura.
  2. Cancella regolarmente la cronologia del browser. Non solo per motivi di sicurezza ma anche per motivi di prestazioni.
  3. Attiva la navigazione sicura nei browser come Google Chrome o Microsoft Edge.
  4. Pulisci regolarmente anche la cartella Download. Molte persone finiscono per avere un sacco di informazioni nel loro repository di download e non se ne rendono nemmeno conto. Parte di questo materiale può essere sensibile e altri file, come quelli eseguibili, possono essere davvero distruttivi. Cosa serve avere dei file che non utilizziamo più? È anche un tema di prestazioni. Schedula questa attività periodicamente.
  5. Non condividere informazioni aziendali in pc che utilizzano torrent per il download gratuito di film & c., spesso sono correlati a file malevoli che vengono inconsapevolmente scaricati.
  6. Rimuovi le app che non usi più. Così come i file inutili, anche le app inutilizzate su pc o smartphone – soprattutto se non aggiornate – possono essere sfruttate nelle loro vulnerabilità per sferrare un attacco hacker. Certo, non è facile farlo su un pc personale, ma se si fa un utilizzo promiscuo casa / azienda è necessario farlo. Il concetto è: meno programmi inutili, minori rischi.

Conclusioni

Ribadendo che in nessun caso sarebbe sicuro (né giusto) utilizzare un proprio pc personale per motivi di lavoro, in casi in cui non c’è scelta segui i semplici consigli di sicurezza indicati sopra, schedula attività di manutenzione/pulizia settimanali e sii prudente, sempre.

Interessato a soluzioni di sicurezza informatica per la tua azienda, come ad esempio VPN sicure? Chiedi consiglio al team di Noi Sicurezza:

    Il tuo nome*

    La tua email*

    Il tuo telefono*

    La tua città

    Il tuo messaggio

    * campo obbligatorio

    Condividi:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi