Il nebbiogeno: come sventare i furti che durano pochi minuti!

Condividi:

Oggi scopriamo come completare la nostra protezione con un sistema nebbiogeno. Abbiamo un sistema di allarme, sensori perimetrali e volumetrici di ottima qualità e un collegamento a una Centrale Operativa, quindi vuol dire che possiamo definirci totalmente al sicuro? No, infatti una delle obiezioni che più spesso mi vengono poste è:

Ho un negozio…se vogliono fare un furto ci mettono 2-3 minuti, i sistemi di allarme in realtà sono inutili

Il fattore tempo è certamente critico, ma in caso di intrusione, quando non è possibile rilevare l’intrusione prima che avvenga perché non c’è lo spazio per sensori perimetrali, possiamo adottare una soluzione efficacissima: un sistema di protezione nebbiogena.

Il nebbiogeno, come funziona?

Innanzitutto, diciamo che il nebbiogeno non è un sistema di sicurezza che funziona “da solo”, ma ha bisogno di un impianto di allarme al quale “agganciarsi”: quando uno o più sensori rilevano un’intrusione, scatta la protezione nebbiogena…una nebbia fitta e impenetrabile che satura l’ambiente e impedisce di vedere anche a mezzo metro di distanza! Ed ecco che il problema del furto in soli 2-3 minuti ci fa un po’ meno paura…

Con il nebbiogeno, nessun ladro saprà orientarsi e sarà costretto alla fuga senza possibilità di portare a termine il colpo!

Non c’è nulla meglio di un video per spiegare le potenzialità di questa soluzione:

Come vedete, in meno dei 9 secondi del video si perde completamente la visibilità del locale e l’unica cosa che è possibile fare è darsi alla fuga.

…Non puoi rubare ciò che non vedi!

Se sei un ladro e non vedi nulla, l’unica cosa che puoi fare è abbandonare ogni tentativo di furto e scappare. Bloccheremo un furto sul nascere:

E’ adatto a tutti gli ambienti e situazioni?

La risposta è…sì…e no! Teoricamente non ci sono ambienti chiusi che non possono essere difesi con un nebbiogeno, ma a un determinato spazio deve corrispondere un’adeguata protezione nebbiogena. Se per i negozi di solito posso utilizzare un dispositivo di limitate dimensioni e potenza, per un capannone dovrò configurare più nebbiogeni in punti strategici (oltre che di maggiore portata): la grandezza dell’ambiente guida la scelta del dispositivo.

Ci sono pericoli per la salute o limitazioni in base ai prodotti che voglio proteggere?

I nebbiogeni oggi in circolazione non presentano rischi di questo tipo, sono completamente atossici. Nessun pericolo e nessun effetto nocivo su persone, animali e oggetti presenti nell’ambiente. Questo vale anche per i negozi che vendono prodotti alimentari. Ma, attenzione, fatevi consigliare bene. No prodotti di bassa qualità, perché risparmierete ma non saprete cosa prenderete!

Da cosa è composta la nebbia?

Il fluido utilizzato per la creazione della nebbia è composto da acqua e glicole, quest’ultima è una sostanza utilizzata in molti settori (come ad esempio quello alimentare).

Basta aprire una porta e la nebbia scompare?

Premesso che per un ladro che non vede a mezzo metro di distanza sarà difficile trovare e aprire una serie di finestre per aerare il locale, anche in questo caso la nebbia persisterebbe per diversi minuti, permettendo l’arrivo di pattuglie di istituti di vigilanza e forze dell’ordine. Inoltre, posso tarare il dispositivo perché spari la nebbia più volte e a intervalli regolari, rendendo inutili i tentativi del ladro di migliorare la visibilità.

Facile installazione?

Il nebbiogeno deve essere ben posizionato nella parte alta dei locali (possibilmente il soffitto) e in punti strategici. Ho visto nebbiogeni installati male e con efficacia molto più limitata: ad esempio, se lo colloco in un punto senza calcolare eventuali barriere fisiche, la nebbia rimbalzerà indietro e perderò secondi decisivi prima che il locale sia completamente saturo…attenzione!

Quali sono le principali applicazioni?

Il nebbiogeno si è inizialmente diffuso in esercizi commerciali nei quali il valore della singola merce che poteva essere sottratta era particolarmente elevato: gioiellerie, tabaccherie (con o senza slot machine), tanto per fare un paio di esempi, ma anche concessionarie. Tuttavia, con il tempo e con la possibilità di noleggio dei dispositivi in comodato – che permettono di spalmare l’investimento nel tempo – si stanno diffondendo un po’ ovunque. Ripeto, a mio parere sono particolarmente utili in situazioni nelle quali non è possibile rilevare un’intrusione prima che avvenga (vedasi sensori perimetrali) e il tempo previsto per il completamento di un furto è stimato in pochissimi minuti (a proposito, richiedete un’analisi del rischio sicurezza). Spesso lo propongo per i negozi: in questo contesto credo sia la soluzione più efficace attualmente disponibile.

E per le abitazioni?

Per i privati il tema è un po’ più delicato, va valutato in base alla tipologia dell’abitazione…uno degli errori che potreste fare è installarlo non correttamente e trovarvi bloccati in casa insieme a un ladro spaventato (e quindi ancor più pericoloso)! Non è la situazione ideale nella quale vorreste trovarvi…per non correre rischi, fatevi supportare da un Security Specialist.

Attenti ai falsi allarmi!

Una protezione nebbiogena ben progettata non è così costosa come si possa pensare (se sei interessato ad approfondire, contattami), si può tuttavia verificare un’esplosione di costi se continuo ad avere falsi allarmi: ciò vuol dire ricaricare il serbatoio che produce la nebbia – che non è esattamente a buon mercato. Per questo motivo è necessario progettare correttamente la soluzione di sicurezza, magari pensando anche a un “doppio consenso” (ad esempio, il nebbiogeno parte se 2 sensori – e non uno solo – segnalano un allarme).

Bene il nebbiogeno, ma non dimentichiamo i tempi di intervento.

La soluzione di cui abbiamo parlato nell’articolo non si limita a segnalare intrusioni, ma “attivamente”  si preoccupa di impedire un furto e di allontanare i malintenzionati: come abbiamo visto è fondamentale nelle “spaccate” che durerebbero solamente pochi minuti, tuttavia non sottovalutiamo il tema dell’intervento su allarme. Prima intervengo e più probabilità di sventare il furto avrò.

Se hai bisogno di chiarimento o sei interessato ad adottare un sistema di protezione nebbiogena, chiedi

CHIEDI INFORMAZIONI

 

Condividi:

Seguici, non perdere nessun articolo!

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Piervittorio Allevi Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *