Il nebbiogeno: come sventare i furti che durano pochi minuti!

nebbiogeno-protezione-sicurezza
Condividi:

Oggi scopriamo come completare la nostra protezione con un sistema nebbiogeno. Abbiamo un sistema di allarme, sensori perimetrali e volumetrici di ottima qualità e un collegamento a una Centrale Operativa, quindi vuol dire che possiamo definirci totalmente al sicuro? No, infatti una delle obiezioni che più spesso mi vengono poste è:

Ho un negozio…se vogliono fare un furto ci mettono 2-3 minuti, i sistemi di allarme in realtà sono inutili

Il fattore tempo è certamente critico, ma in caso di intrusione, quando non è possibile rilevare l’intrusione prima che avvenga perché non c’è lo spazio per sensori perimetrali, possiamo adottare una soluzione efficacissima: un sistema di protezione nebbiogena.

Il nebbiogeno, come funziona?

Innanzitutto, diciamo che il nebbiogeno non è un sistema di sicurezza che funziona “da solo”, ma ha bisogno di un impianto di allarme al quale “agganciarsi”: quando uno o più sensori rilevano un’intrusione, scatta la protezione nebbiogena…una nebbia fitta e impenetrabile che satura l’ambiente e impedisce di vedere anche a mezzo metro di distanza! Ed ecco che il problema del furto in soli 2-3 minuti ci fa un po’ meno paura…

Con il nebbiogeno, nessun ladro saprà orientarsi e sarà costretto alla fuga senza possibilità di portare a termine il colpo!

Non c’è nulla meglio di un video per spiegare le potenzialità di questa soluzione:

Come vedete, in meno dei 9 secondi del video si perde completamente la visibilità del locale e l’unica cosa che è possibile fare è darsi alla fuga.

…Non puoi rubare ciò che non vedi!

Se sei un ladro e non vedi nulla, l’unica cosa che puoi fare è abbandonare ogni tentativo di furto e scappare. Bloccheremo un furto sul nascere:

E’ adatto a tutti gli ambienti e situazioni?

La risposta è…sì…e no! Teoricamente non ci sono ambienti chiusi che non possono essere difesi con un nebbiogeno, ma a un determinato spazio deve corrispondere un’adeguata protezione nebbiogena. Se per i negozi di solito posso utilizzare un dispositivo di limitate dimensioni e potenza, per un capannone dovrò configurare più nebbiogeni in punti strategici (oltre che di maggiore portata): la grandezza dell’ambiente guida la scelta del dispositivo.

Ci sono pericoli per la salute o limitazioni in base ai prodotti che voglio proteggere?

I nebbiogeni oggi in circolazione non presentano rischi di questo tipo, sono completamente atossici. Nessun pericolo e nessun effetto nocivo su persone, animali e oggetti presenti nell’ambiente. Questo vale anche per i negozi che vendono prodotti alimentari. Ma, attenzione, fatevi consigliare bene. No prodotti di bassa qualità, perché risparmierete ma non saprete cosa prenderete!

Da cosa è composta la nebbia?

Il fluido utilizzato per la creazione della nebbia è composto da acqua e glicole, quest’ultima è una sostanza utilizzata in molti settori (come ad esempio quello alimentare).

Basta aprire una porta e la nebbia scompare?

Premesso che per un ladro che non vede a mezzo metro di distanza sarà difficile trovare e aprire una serie di finestre per aerare il locale, anche in questo caso la nebbia persisterebbe per diversi minuti, permettendo l’arrivo di pattuglie di istituti di vigilanza e forze dell’ordine. Inoltre, posso tarare il dispositivo perché spari la nebbia più volte e a intervalli regolari, rendendo inutili i tentativi del ladro di migliorare la visibilità.

Facile installazione?

Il nebbiogeno deve essere ben posizionato nella parte alta dei locali (possibilmente il soffitto) e in punti strategici. Ho visto nebbiogeni installati male e con efficacia molto più limitata: ad esempio, se lo colloco in un punto senza calcolare eventuali barriere fisiche, la nebbia rimbalzerà indietro e perderò secondi decisivi prima che il locale sia completamente saturo…attenzione!

Quali sono le principali applicazioni?

Il nebbiogeno si è inizialmente diffuso in esercizi commerciali nei quali il valore della singola merce che poteva essere sottratta era particolarmente elevato: gioiellerie, tabaccherie (con o senza slot machine), tanto per fare un paio di esempi, ma anche concessionarie. Tuttavia, con il tempo e con la possibilità di noleggio dei dispositivi in comodato – che permettono di spalmare l’investimento nel tempo – si stanno diffondendo un po’ ovunque. Ripeto, a mio parere sono particolarmente utili in situazioni nelle quali non è possibile rilevare un’intrusione prima che avvenga (vedasi sensori perimetrali) e il tempo previsto per il completamento di un furto è stimato in pochissimi minuti (a proposito, richiedete un’analisi del rischio sicurezza). Spesso lo propongo per i negozi: in questo contesto credo sia la soluzione più efficace attualmente disponibile.

E per le abitazioni?

Per i privati il tema è un po’ più delicato, va valutato in base alla tipologia dell’abitazione…uno degli errori che potreste fare è installarlo non correttamente e trovarvi bloccati in casa insieme a un ladro spaventato (e quindi ancor più pericoloso)! Non è la situazione ideale nella quale vorreste trovarvi…per non correre rischi, fatevi supportare da un Security Specialist.

Attenti ai falsi allarmi!

Una protezione nebbiogena ben progettata non è così costosa come si possa pensare (se sei interessato ad approfondire, contattami), si può tuttavia verificare un’esplosione di costi se continuo ad avere falsi allarmi: ciò vuol dire ricaricare il serbatoio che produce la nebbia – che non è esattamente a buon mercato. Per questo motivo è necessario progettare correttamente la soluzione di sicurezza, magari pensando anche a un “doppio consenso” (ad esempio, il nebbiogeno parte se 2 sensori – e non uno solo – segnalano un allarme).

Bene il nebbiogeno, ma non dimentichiamo i tempi di intervento.

La soluzione di cui abbiamo parlato nell’articolo non si limita a segnalare intrusioni, ma “attivamente”  si preoccupa di impedire un furto e di allontanare i malintenzionati: come abbiamo visto è fondamentale nelle “spaccate” che durerebbero solamente pochi minuti, tuttavia non sottovalutiamo il tema dell’intervento su allarme. Prima intervengo e più probabilità di sventare il furto avrò.

Se hai bisogno di chiarimento o sei interessato ad adottare un sistema di protezione nebbiogena, chiedi

CHIEDI INFORMAZIONI

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa il pulsante “Accetto” per acconsentire all'utilizzo di tali tecnologie, in alternativa esci dal sito senza accettare. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi